Get Social

Quadri astratti e arredo minimal

Quadri astratti e arredo minimal

Lo stile minimal nasce da una corrente artistica negli anni ’60 ed è contraddistinto da un arredo  essenziale e sintetico, anche nell’uso dei quadri astratti. La sua peculiarità principale è proprio la libertà degli spazi:  questo tipo di arredamento infatti, è privo di fronzoli, e di componenti inutili ed eccessivi che occuperebbero spazio senza utilità. Ha, quindi, lo scopo di lasciare spazio per muoversi. Per questa ragione, il minimal è strettamente correlato al design moderno: pratico e  concreto.

Niente complementi che occupano spazi a terra o sui mobili, ma bene si prestano i quadri astratti per abbellire le pareti. Pochi pezzi, naturalmente, ma sicuramente grandi e ben collocati. Possibilmente dei quadri astratti con due, massimo tre colori e poche forme. Quadri astratti che riempiono ed abbelliscono le pareti, ma senza appesantirle con intrecci di forme o cornici. Semplici, essenziali, ma colorati

Perfetto per un arredamento minimal può essere il quadro astratto cod.101… in tutte le sue varianti di colore. Un quadro astratto bicolore: Grigio e Verde (come nella foto sopra) o grigio e rosso o anche grigio e azzurro…

Due colori che associati ad una tela materica e ad inserti di foglia argento creano un quadro astratto materico ideale per un arredamento minimal e moderno

Non ci sono ancora commenti pubblicati.

Scrivi un Commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

error: Content is protected !!